Impara il serbo-croato lezione 10: Verbi regolari

posted by

I VERBI REGOLARI
(Pravilni Glagoli)

Classi
Ci sono sei classi di verbi. I verbi si distinguono principalmente per la loro caratteristica. La caratteristica è quella parte del verbo che sta tra la radice e la desinenza dell’infinito. Ad esempio nel verbo raditi la radice è RAD, la desinenza è TI e la caratteristica è I; in krenuti la radice è KRE, la desinenza è TI e la caratteristica è NU; in putovati la radice è PUT, la desinenza è TI e la caratteristica è OVA.
Le caratteristiche dei verbi sono: nu, je (per i serbi e), i, a, ova, eva, iva. In base alla caratteristica abbiamo le sei classi:
- I Classe (non hanno la caratteristica) biti, re?i;
- II Classe (caratteristica NU) ginuti;
- III Classe (caratteristica JE, per i serbi E) vidjeti (in serbo videti);
- IV Classe (caratteristica I) raditi;
- V Classe (caratteristica A) ?itati;
- VI Classe (caratteristica OVA, EVA, IVA) putovati, vojevati, kazivati.

Infinito (Neodredeni oblik)
I verbi regolari hanno all’infinito la desinenza TI; alcuni verbi finiscono in ?I (ad esempio pe?i)

Presente (Sadašnje vrijeme)

- I Classe re?i – re?im
- II Classe ginuti – ginem
- III Classe vidjeti – vidim
- IV Classe raditi – radim
- V Classe ?itati – ?itam
- VI Classe putovati – putujem
vojevati – vojujem
kazivati – kazujem

Imperativo (Zapovjedni na?in)
L’imperativo si forma dalla terza persona plurale del presente:
1) I verbi che alla terza persona plurale del presente in una sola vocale come vide (cioè i verbi della II, III, IV classe) omettono la vocale finale e ricevono le desinenze:
- Seconda persona singolare vid-I
- Prima persona plurale vid-IMO
- Seconda persona plurale vid-ITE
2) I verbi che dinanzi alla vocale finale della terza persona plurale presente hanno la J (cioè i verbi della V e VI classe) omettono la vocale finale e ricevono le desinenze:
- Seconda persona singolare ?itaj
- Prima persona plurale ?itaj-MO
- Seconda persona plurale ?itaj-TE

La terza persona singolare e plurale dell’imperativo (che come in italiano non è una “vera” forma di imperativo) è uguale a quella del presente, ma è preceduta dalle congiunzioni NEKA (oppure dalla congiunzione DA, come ad esempio per l’imperativo del verbo BITI):
Neka gine! Neka radi! Neka ?ita! Neka putuje!

Paradigma dell’imperativo
GINUTI ?ITATI
Gini! ?itaj!
Neka gine! Neka ?ita!
Ginimo! ?itajmo!
Ginite! ?itajte!
Neka Ginu Neka ?itaju

Similmente vidjeti e raditi Similmente putovati, vojevati, kazivati