Il festival del cinema anche a Skopje!

posted by

Manifesto

Si conclude il 20 Marzo l’ottava edizione di Skopje Film Festival, manifestazione nata in sordina che, con il tempo e nonostante la concorrenza del ben più imponente festival di Sarajevo, è riuscita a diventare un punto di riferimento per gli appassionati ed il pubblico del sud dei Balcani.

Quest’anno succulenta la lista dei film: si va da “la vita è un miracolo” di Kusturica a Zang Yimou, da Mike Leigh a Micheal Winterbottom fino al Farahneith 9/11 di Micheal Moore ed a Ken loach ed al suo “Ae fond kiss” il cui titolo già ci riporta alla memoria le affascinanti poesie di Robert Burns.

Piatto forte della maratona, prevedibilmente, la sezione “balcanica” con il nuovo film di Pjer Zalica (il regista dello splendido “Gori Vatra“, in Italia tristemente noto come “Benvenuto, Mr. presidente”) e una panoramica a 360° delle ultime produzioni locali. Molto interessanti anche le sezioni italiana con, fra gli altri, Gianni Amelio, “La meglio gioventù” e l’immancabile documentario su Che Guevara ad opera di Gianni Minà, quella per bambini, e sul cinema del nord Europa.

Successo per l’incontro del grande regista inglese Peter Greenaway con il pubblico macedone, che ha aperto il festival.

Ci piace anche l’identità visiva della manifestazione, con i suoi pop (in tutti sensi) corn colorati che aspettano solo di essere sgranocchiati di fronte al grande schermo.